Annata 2017: gelate, grandinate, siccità, caldo tropicale ma… annata eccezionale!

Raccontala giusta, bolgherese!

Sopravvissuto a malapena ad un caldo tropicale che avrebbe stroncato un “invasore”, pardon, una “risorsa” cara alla Boldrini, appena sbarcata, grazie a Renzi, alle Ong, a qualcuno che ci ha fatto sopra i miliardi, e consapevole, come tutti, che quella 2017, appena avviata in alcune zone, sarà una vendemmia di quelle da dimenticare, mediocre, ad essere generosi, mi stavo chiedendo da chi sarebbe arrivata la prima bufala.

Non sto parlando della celeberrima mozzarella di bufala campana Dop, disponibile in commercio in quantitativi tali che farebbero pensare a chiunque che il numero di bufale (parlo di animali) che producono latte destinato alla squisitezza casearia sia molto molto superiore a quello effettivo, ma, secondo quanto dice il Vocabolario Treccani on line “svista, errore madornale; affermazione falsa, inverosimile; panzana”, ovvero una sparata dichiaratamente lontana dalle realtà.

Una “balla” perfetta per turlupinare quelli disposti ad abboccare stoltamente all’amo. I fessi, i tardi di comprendonio. O semplicemente una stampa, di settore e non , che di fronte ad un nome noto e potente, del vino e non solo, s’inchina e si dispone a 90.

Chi sarà il primo produttore il quale sfidando il senso del ridicolo, e puntando sulla stupidità del prossimo, se ne uscirà proclamando che quella 2017, lo ripeto, un’annata che non presenta alcuna ragionevole condizione per essere seriamente giudicata ragguardevole, sarà una grande annata?

Come prevedibile, questa regione, il caso patologico Renzi insegna, è specializzata nell’esprimere abilissimi spacciatori di bufale, oltre che cialtroni, vini taroccati, zone vinicole e tipologie di vino sopravvalutate, è la Toscana, ed in particolare la zona vinicola specializzata nello spacciarsi, grazie ad una sapiente azione di marketing e alla presenza di potenti Grandi Aziende del Vino Italiano come Antinori e Frescobaldi, tanto per non fare nomi, come area vinicola importante. Cosa che assolutamente non é.
La zona è quella di Bolgheri, che qualche pirla ha battezzato la California italiana, dove grazie al miracolo Sassicaia si sono messi in testa la strana idea di produrre importanti vini toscani italiani, mentre producono invece, salvo rare eccezioni (Michele Satta su tutti) solo noiosi, prevedibili, seriali, privi di connotazione territoriale, di sense of terroir, vini internazionali.

Da Bolgheri, o meglio dalla Klaus Davi RP e comunicazione d’impresa (ha lavorato o lavora tra gli altri per: ltagamma, ANCMA, Biraghi, Campari, Comieco – Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi Cellulosici, Comunità Ebraica Italiana, Confindustria Giovani Imprenditori, Democratici di Sinistra, Fiat Auto, Fiera del Levante, Lancia Ypsilon, L’Oréal, Lorenz-Casio, Martini & Rossi, Molinari, Natuzzi, Peroni, Questura di Terni, RCS Larousse, Regione Lazio, Regione Piemonte, Robe di Kappa, RTL 102.5, Sinagoga di Casale Monferrato, Smart, Superga, restyling del TG3, The Beach-Turquoise, Wrangler-Lee, Wonderbra-Playtex, Vetroarredo spa.), è arrivata la seguente comunicazione, relativa al brand Ornellaia, che sottopongo alla vostra attenzione.

Che dire di più se non richiamare un mitico film del 1982 con Lino Banfi e l’indimenticabile Agostina Belli protagonisti? vai avanti tu, che a me vien da ridere!


Vai Avanti Tu Che Mi Vien Da Ridere di initaliano

Comunicato stampa di Ornellaia

ORNELLAIA: ABBIAMO INIZIATO LA VENDEMMIA  

LA VENDEMMIA 2017 HA IL POTENZIALE PER DIVENTARE UNA DELLA GRANDI ANNATE DI ORNELLAIA

La siccità ha sempre coinciso con grandi annate, vedi la 1998, 2006, 2011 e 2012, tutte caratterizzate da un’estate calda, che ha poi prodotto vini di grande concentrazione, ricchezza e struttura

Bolgheri, 16 agosto 2017 – In ORNELLAIA, nell’area di Bolgheri, la siccità ha sempre coinciso con grandi annate, vedi la 1998, 2006, 2011 e 2012, in quanto i nostri terreni alluvionali hanno una profondità atta a conservare l’acqua necessaria ai vigneti donandogli la qualità necessaria per arrivare alla vendemmia in perfette condizioni.

“Questa settimana abbiamo iniziato la vendemmia con i Sauvignon Blanc e i Viogner” queste le parole di Axel Heinz – Direttore e Winemaker ORNELLAIA, che aggiunge – “dopo l’ondata di caldo arrivata nell’ultimo periodo anche nella nostra area, adesso abbiamo temperature fresche con una perfetta escursione termica tra giorno e notte e avremo un’ottima vendemmia.”

“Colgo l’occasione per augurare una buona vendemmia e una grande annata 2017 a tutti”,

Axel Heinz, Direttore ed Enologo di ORNELLAIA

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog

http://www.lemillebolleblog.it/

Un pensiero su “Annata 2017: gelate, grandinate, siccità, caldo tropicale ma… annata eccezionale!

  1. …a parte il fatto che ogni tanto mi sento nominato….chissà perché ;-), a me dispiace soprattutto sentire le notizie dei danni che acqua, vento e soprattutto grandine hanno causato in alcune zone del Nord, sembra particolarmente in Trentino e Veneto. E là, per fortuna, non c’è Ornellaia, Sassicaia e compagnia…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *