Una brutta notizia da Montalcino: è morto l’enologo Pablo Härri

Già dipendente di Castello Banfi e poi di Col d’Orcia

Questa domenica si chiude con una triste notizia in arrivo da Montalcino. E’ prematuramente venuto a mancare, 58 anni, il solito brutto male che non perdona, un enologo e poi produttore in proprio, Pablo Härri, che oggi conduceva con la moglie Claudia l’azienda agricola Ferrero.

Come si legge sul sito Internet aziendale, Härri era arrivato a Montalcino nei primi anni Ottanta dalla natia Svizzera ed era entrato a lavorare come enologo presso Castello Banfi. Qui conoscerà Claudia che diventerà in seguito sua moglie. Dopo essere passato a lavorare in un’altra grande azienda, Col d’Orcia, Pablo Härri nel 2009 lascia l’attività di enologo dipendente per dedicarsi interamente all’azienda creata dalla moglie nel 2002 nel Podere Pascena.

Questa la storia in breve. Posso solo aggiungere che ho sempre trovato in Pablo Härri, durante le mie frequentazioni ilcinesi, anche nel periodo dello scandalo di Brunellopoli, che il sottoscritto contribuì, così scrive Wikipedia, a fare scoppiare, con questo articolo e decine di altri successivi, ed in seguito, un interlocutore serio, garbato, disponibile, serenamente disposto ad accettare che di fronte ad un fatto negativo, come fu lo scandalo dei Brunello di Montalcino taroccati, compito di un giornalista indipendente fosse unicamente di raccontare ai lettori consumatori.

E non, come fecero altri “colleghi”, di giustificare, minimizzare, negare l’evidenza, prendere le parti, perché ricchi e potenti, dei soggetti incriminati e rinviati a giudizio. O come reagirono invece alcuni produttori finiti nel mirino della Magistratura, che pensarono bene di pensare di spaventarmi inviandomi lettere dei loro avvocati dal tono intimidatorio e con esose richieste di risarcimento d’anni d’immagine (una arrivò a chiedere 200 mila euro…).
E’ anche per questo motivo e non solo per le sue indubbie capacità professionali, per la sua umanità e correttezza, che oggi, di fronte alla notizia che Pablo Härri ci ha lasciato non posso che esprimere, anche a nome di tutti i lettori di questo blog, i sensi delle mie condoglianze ai familiari, alla comunità ilcinese tutta e al mondo del vino di questo regno del Sangiovese che perde con Pablo un protagonista e una persona che verrà sicuramente ricordata. Con affetto e malinconia…

Che la terra ti sia leggera Pablo, riposa in pace

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *