Lombardy wine experience: e provare a parlare lombardo, pardon milanes?

Un evento misterioso causa una comunicazione inesistente

Vorrei rivolgere una domanda al Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e all’Assessore all’agricoltura Gianni Fava. Ho scoperto, casualmente, di comunicati stampa nemmeno l’ombra, l’esistenza di questa iniziativa, “genialmente” presentata (si fa per dire), e dire che siamo a Milano, in Lombardia, minga a Londra, in inglese.

So solo che riguarda i vini lombardi, che coinvolge tutti i Consorzi del vino della Lombardia, ma nulla di più è dato sapere.

Bene: si può sapere chi é quel “minus habens”, a dire metà del suo nome, che ha realizzato e approvato questo sito Internet  dove si evita accuratamente di spiegare di cosa si tratti, come si possa partecipare, che tipo di iniziativa (degustazioni in genere si dice) sia?

Ma quale consulenti, quali “esperti” (del tubo) di pseudo comunicazione hanno consigliato di realizzare una cosa tanto insulsa? Si spendono in questo modo tanto scemo i soldi dei contribuenti lombardi? E’ questo il modo di presentare, a Milano, mica a Timbuctu, le eccellenze vinicole di una regione importante come la Lombardia?

So già che nessuno risponderà, ma complimenti, dilettanti allo sbaraglio, bravi, bene, bis!

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *