E anche oggi trasferta in Oltrepò Pavese…


Forza Oltrepò, che questa è la volta buona!

Tranquilli, non ho la “morosa” a Casteggio o Broni. Non medito di trasferirmi a Santa Giuletta, Pietra de’ Giorgi o Mornico Losana… Non sono io, purtroppo, il misterioso nuovo acquirente della storica Cantina La Versa.

Molto più semplicemente, per l’ennesima volta nella mia lunga attività di giornalista del vino, ho deciso di accendere i riflettori e varare una nuova apertura di credito nei confronti di quella che più volte ho definito la più bella (e la più difficile) zona vinicola lombarda, l’Oltrepò Pavese.

Temo di sbagliarmi ancora e di portare a casa l’ennesima delusione, ma credo che questa sia l’occasione giusta per cambiare il senso di marcia di questa terra stupenda, di questa distesa di colline vitate, tanto cara all’indimenticabile Gioann Brera fu Carlo.

Ed è con questa convinzione che, dopo la bellissima giornata della scorsa settimana, quando pranzai divinamente all’Albergo Ristorante Selvatico di Rivanazzano Terme e feci una visita, estremamente positiva (prossimamente il racconto su Lemillebolleblog) alla Cantina Scuropasso, torno oggi con una doppia mission.

Dapprima un passaggio, per conoscere meglio la struttura ed i responsabili (nonché i loro progetti) all’Enoteca Regionale della Lombardia di Broni, con pranzo al Bistrot dell’Enoteca.
Quindi nel pomeriggio, dopo un incontro con un caro vecchio amico, Patrizio Chiesa, di cui segnalo l’eccellente ultimo lavoro, realizzato in collaborazione con lAssociazione Strada del Vino e dei Sapori dell’Oltrepò Pavese, la bella e utile guida intitolata Guidando con gusto (itinerari tra i vigneti e nelle valli dell’Oltrepò), una sosta, che immagino lunga, divertente e proficua (i loro metodo classico sono tra i migliori d’Italia ed i vini fermi sono di primario valore) a Torricella Verzate, ospite, al Monsupello, della simpaticissima famiglia Boatti, che continua il lavoro iniziato, con tenacia e lungimiranza, dall’indimenticabile Carlo (Carletto per gli amici) Boatti.
Pensando già alla prossima visita, entro la prima decina di febbraio, con ogni probabilità a Canneto Pavese, al Club del Buttafuoco storico e da un altro ottimo produttore, mi dico fiducioso: comunque vada sarà un successo. Forza Oltrepò, che questa è la volta buona!

2 pensieri su “E anche oggi trasferta in Oltrepò Pavese…

    • no.
      P.S.
      Aggiunta della sera. Ci andrò, come in molte altre cantine oltrepadane, in tutte quelle che vorranno accogliere il vostro umile cronista e degustatore, quando si capirà bene come questa importante Cantina intenda muoversi e quando le strategia saranno chiare. Con le dimissioni annunciate ieri sera dal presidente Giorgi viene da pensare che i problemi da risolvere siano ancora tanti. Altro che andare ad acquistare La Versa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *