Vermentino di terra e di mare a Castagneto Carducci

Siete tra quelli che “non c’è nessun altro vino bianco che bevo più volentieri del Vermentino”?
Che sia sardo, ligure, toscano oppure, perché no?, anche corso, non vi perdete una sola interpretazione possibile di questo vino magnifico e insuperabile sul pesce, ma perfetto anche come aperitivo, o per accompagnare – la parola agli amici sommelier – un sacco di altre preparazioni?
Bene, allora programmate una trasferta sabato 11 e domenica 12 settembre in Toscana, nel cuore della zona di produzione del Vermentino, nella Costa degli Etruschi, perché per iniziativa congiunta di alcuni comuni italiani posti in zone di produzione del Vermentino, parlo dei comuni di Castagneto Carducci (Toscana), Castelnuovo Magra (Liguria), capitale della Doc Colli di Luni Vermentino, Sant’Anna Arresi (Sardegna) oltre ad una serie di produttori dell’Area dell’Alta Corsica, si terrà a Castagneto Carducci la rassegna “Vermentino di terra e di mare”, dedicata alla produzione del vino Vermentino nelle sue varie espressioni.
Per saperne di più, per farvi un’idea di quello che vi attende, leggetevi, qui, l’articolo di presentazione che ho pubblicato sul sito Internet dell’A.I.S.
Ci saranno stand dedicati ai produttori di Vermentino provenienti dalle quattro zone e degustazione guidate, presso la Sala della Cultura di via della Marina) curate dall’Associazione Italiana Sommeliers, (con la partecipazione di Massimo Castellani, vice presidente dell’A.I.S. Toscana – prenotazione obbligatoria allo 0565 778217/18) e negli spazi che accoglieranno la manifestazione, posti lungo Viale Italia, si potranno anche assaggiare i prodotti alimentari tipici del territorio, dalla palamita al miele, dal peperoncino alle dispense di campagna.
Dettagli sul programma qui Ufficio stampa e-mail cell. 3398434196

0 pensieri su “Vermentino di terra e di mare a Castagneto Carducci

  1. e come al solito noi liguri di ponente non ci mescoliamo. eppure avremmo vini bianchi perfetti per una manifestazione del genere, bevibili, profumatissimi, rotondi ma anche profondi e con la giusta acidita’, che sanno di fiori, di mare, quasi salati nella loro eleganza. ne dico due tanto per gradire:

    vermentino di laura aschero
    pigato le russeghine di bruna

    pero’ siamo liguri e per di piu’ di ponente. il mondo si ferma a xxmiglia e a savona.
    vabbe’ siamo fatti cosi’ …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *