Da The World of Fine Wine semaforo verde per il Soave

Ottime notizie per il Soave, indubbiamente uno dei più popolari vini italiani e uno dei bianchi più noti all’estero.
In una degustazione di un’ampia selezione di vini, espressione delle due annate 2008 e 2009, pubblicata sull’ultimo numero, il 29, della autorevole e raffinata rivista britannica The World of Fine Wine (sito Internet http://www.finewinemag.com/ ) che recentemente ha vinto il premio Louis Roederer Award for International Wine Publication of the Year, il vino veneto ha ottenuto ampi consensi dal panel di tre degustatori che hanno assaggiato alla cieca i campioni.

Sette vini hanno ottenuto, nella valutazione su base venti ventesimi adottata dalla rivista, un punteggio di 16/20, altri nove di 15,5/20, mentre altri 15 hanno ottenuto uno score, più che soddisfacente, visto che corrisponde ad un giudizio di “very good wine, with some outstanding features”, di 15/20. Dei risultati di questa degustazione, che ha visto la partecipazione come componenti del panel, del master of wine e massimo esperto di vini italiani in lingua inglese Nicolas Belfrage, del wine writer Michael Edwards grande conoscitore di vini della Champagne (si legga qui l’intervista relativa ad un suo recente volume sull’argomento), nonché del sottoscritto, parlo in un articolo, che potete leggere qui, pubblicato sul sito Internet dell’A.I.S. Quali sono stati i vini top della degustazione?
Ve li dico subito:
16/20:
Soave Classico 2008 Coffele
Soave 2008 Fattori Motto Piane
Soave 2009 Fattori Motto Piane
Soave Classico 2009 Pra
Soave Calvarino 2008 Pieropan
Soave Fontana 2008 Tenuta Sant’Antonio
Soave 2008 Tamellini

15,5/20:
Soave Classico 2008 Gini
Soave Classico Costeggiola 2008 Guerrieri Rizzardi
Soave Classico Costeggiola 2009 Guerrieri Rizzardi
Soave Classico Clivus 2009 Cantina di Monteforte
Soave 2008 Niero Corte Moschina
Soave La Rocca 2008 Pieropan
Soave 2009 (tappo a vite) Pieropan
Soave Fontana 2009 (tappo a vite) Tenuta Sant’Antonio
Soave Classico Le Bancole 2008 Tenuta Solar

0 pensieri su “Da The World of Fine Wine semaforo verde per il Soave

  1. Franco
    Il Soave di Tamellini e’ il base o il cru bine de costiola?
    Entrambi ottimi ma il Bine ha una marcia in piu’, sempre solo inox. Il bine 08 e’ uscito quest’ anno, mentre il base 08 e’ uscito 18 mesi fa.
    Grazie mille

  2. Sono queste notizie che mi fanno davvero piacere e che offrono la giusta dimensione ad un vino, il Soave, spesso considerato dall’immaginario comune come un vino semplice, da uso esclusivamente quotidiano, senza particolari ambizioni. Ed invece sa esprimere grande finezza e struttura, valorizzando un territorio che dimostra forte vocazione anche per i vini bianchi, a poche decine di km da un’altra eccellente espressione enologica come il Lugana. Di quelli elencati conosco personamente solo i Soave di Pieropan dei quali ricordo chiaramente l’eccellente espressione aromatica e l’ottimo equilibrio gustativo. Sarà mio dovere approfondire la degustazione anche degli altri vini elencati.

  3. Pingback: Il Soave di Tamellini tra i migliori secondo The World of Fines Wines | Cibo Vinum Blog

  4. Mi fa molto piacere questa News! Anch’io vorrei una precisazione, Di Corte Moschina (mi pare che Niero sia il cognome di Patrizia, la titolare)
    i due Soave sono il Ronchate e i Tarai… Quale dei due?
    Un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *