San Gimignano piange per la scomparsa di Riccardo Falchini

Altro gravissimo lutto, nel mondo della Vernaccia di San Gimignano. Ad un mese di distanza dalla morte di Giovanni Panizzi, per lunghi anni presidente del Consorzio, il borgo dalle cento torri, l’isola di vino bianco in un oceano di vini rossi, piange ora la scomparsa di un altro protagonista storico del vino locale, Riccardo Falchini, morto alcuni giorni fa all’età di 75 anni, proprietario dell’azienda agricola Casale Falchini.
Ricordando la personalità di questo uomo schivo, grande lavoratore innamorato della propria terra e dei propri vini, innovatore che introdusse per primo a San Gimignano il sistema di controllo delle temperature, per la fermentazione dei mosti e per la stabilizzazione del vino bianco, e produsse per primo, nel 1979, un metodo classico a base di sole uve Vernaccia, e rinviando al bel ricordo che gli dedica, sul sito della rivista Civiltà del Bere, il collega Emanuele Pellucci – leggete qui – esprimo, anche a nome dei lettori di Vino al Vino, le più sincere condoglianze alla famiglia, alla moglie Laina e ai figli Michael, Christopher e Leonardo, che continueranno l’opera di questo grande uomo del vino toscano.

0 pensieri su “San Gimignano piange per la scomparsa di Riccardo Falchini

  1. Pingback: San Gimignano piange per la scomparsa di Riccardo Falchini | Trentinoweb

  2. Sono rimasto basito nell’apprendere questa notizia che ho trovato per caso nel sito web dell’azienda.
    Ho condiviso tante opinioni parlando di vino negli anni che ci siamo frequentati come cliente e come dirigente Ais Toscana negli anni 1988- 2006.
    Alla Signora, ai figli un abbraccio sentito per un amico che è venuto a mancare.
    Saverio Carmagnini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *