Il mondo del vino abbraccia Roberto Voerzio

Il mondo del Barolo, del vino di Langa, ed il mondo del vino italiano tutto, che ha in lui uno dei suoi indiscussi protagonisti ed una delle figure più libere e autentiche, abbraccia idealmente Roberto Voerzio (e suo figlio Davide) cercando di fargli sentire la sua vicinanza, la sua solidarietà e tutto il calore possibile.
Un gravissimo lutto, il più crudele forse, ha colpito questo grande vigneron di La Morra: si é spenta ieri, dopo una lunga malattia, sua moglie Pinuccia, l’amica e compagna di una vita, il sostegno prezioso in mille avventure, una persona splendida e sorridente di cui chiunque abbia avuto il piacere di conoscerla porterà per sempre un grato ricordo nel cuore.
Non ci sono parole di fronte ad eventi del genere, che colpiscono un uomo nei suoi affetti più cari e lasciano il più totale senso di vuoto e di inutilità.
Voglio solo, a nome mio, e idealmente a nome di tutti gli appassionati del Barolo e della Langa che a Roberto Voerzio guardano come ad uno dei campioni di questo universo affascinante, esprimere, con un forte abbraccio anche a Davide, le più sincere e affettuose condoglianze ed il senso della partecipazione al dolore immenso e inconsolabile per questa gravissima perdita.
Che la terra ti sia lieve e che tu possa riposare in pace, Pinuccia…

p.s. i funerali si svolgeranno domani pomeriggio alle 16 a La Morra

0 pensieri su “Il mondo del vino abbraccia Roberto Voerzio

  1. Pingback: Il mondo del vino abbraccia Roberto Voerzio | Trentinoweb

  2. Pingback: Vino Wire » The world of Italian wine embraces Roberto Voerzio

  3. Anch’io voglio esprimere la mia tristezza. La scomparsa di una persona cara, l’ho provato recentemente, è una cosa terribile! Condoglianze sincere.

    E anch’io, leggendo le toccanti parole di Ziliani ho pensato…che in certi momenti un po’ di sostegno ti può arrivare anche da frasi come queste.
    Poi, nel corso della giornata, ho letto la “notizia del giorno”, inviata da Paolo Massobrio e, tra i tanti articoli tutti rigorosamente con la fonte citata, c’era la stessa notizia con le stesse, identiche frasi…ma senza la fonte nè titolo (la riporto qui di seguito). Se avessi letto solo la mail di Massobrio avrei pensato quello che ho pensato di Ziliani. Ora mi chiedo se in una circostanza come questa non si possa evitare di fare bella figura utilizzando le frasi di un altro ma, con vero sentimento, scrivere qualcosa che ti esca dal cuore.

    LUTTO

    Il mondo del Barolo, del vino di Langa, e il mondo del vino italiano tutto, che ha in lui uno dei suoi indiscussi protagonisti e una delle figure più libere e autentiche, abbraccia idealmente Roberto Voerzio (e suo figlio Davide) cercando di fargli sentire la sua vicinanza, la sua solidarietà e tutto il calore possibile.
    Un gravissimo lutto, il più crudele forse, ha colpito questo grande vigneron di La Morra: si é spenta domenica, dopo una lunga malattia, sua moglie Pinuccia, l’amica e compagna di una vita, il sostegno prezioso in mille avventure, una persona splendida e sorridente di cui chiunque abbia avuto il piacere di conoscerla porterà per sempre un grato ricordo nel cuore.
    Non ci sono parole di fronte ad eventi del genere, che colpiscono un uomo nei suoi affetti più cari e lasciano il più totale senso di vuoto e di inutilità.
    Voglio solo, a nome mio, e idealmente a nome di tutti gli appassionati del Barolo e della Langa, che a Roberto Voerzio guardano come ad uno dei campioni di questo universo affascinante, esprimere, con un forte abbraccio, anche a Davide, le più sincere e affettuose condoglianze ed il senso della partecipazione al dolore immenso e inconsolabile per questa gravissima perdita.
    Che la terra ti sia lieve e che tu possa riposare in pace, Pinuccia…

    • dato il tema, che resta il dolore per la morte della compagna di un grande amico e produttore di vino, prendo atto di quel che mi dice, Paolo, e non commento. Fare polemiche su questa cosa sarebbe veramente squallido. Ognuno, se vuole, tragga le proprie conclusioni dalla cosa che lei mi segnala.

  4. Quelo che è giusto è giusto…
    Così come ho sollevato la questione, riporto qui di seguito le scuse di…Chiara Longo(?!?) (anche se mi sembra indelicato scrivere “ERRATA CORRIGE”, così…come un qualunque refuso).
    Dubbio…ma in testata non c’è scritto “Rassegna stampa commentata da Paolo Massobrio”? E quindi chi ne è il responsabile?
    Anch’io ritengo squallido far polemica ma il dolore va trattato con educazione e rispetto e non con sufficienza.

    ERRATA CORRIGE

    Erroneamente ieri abbiamo pubblicato la notizia della morte di Pinuccia compagna di Roberto Voerzio, così come l’abbiamo appresa dal blog vinoalvino di Franco Ziliani, senza tuttavia citare la fonte. Ce ne scusiamo con l’Interessato.
    (Chiara Longo)

  5. Pingback: » The world of Italian wine embraces Roberto Voerzio Wine Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *