Garantito… da me! Vin Santo di Montepulciano 2003 Crociani

Lo confesso subito. Voglio parlarvi di un vino che mi piace e molto ma questo Garantito… da me è soprattutto l’occasione per parlarvi e rendere omaggio ad una piccola azienda, che farete fatica a trovare sulle guide, che onora come poche altre il nome di Montepulciano e del suo Vino Nobile.
Un’azienda che ha una storia speciale che mi piace raccontarvi. La storia è quella di Susanna Crociani, che non più ragazzina si è trovata nel giro di pochi anni, perché la vita è imprevedibile e talvolta crudele (ma sempre meravigliosa e maestra di vita e degna di essere vissuta) a doversi occupare a parte intera, lei che sino a pochi anni fa era astemia, dell’azienda di famiglia. Dapprima la morte del padre Arnaldo, cui era legatissima, quindi quella improvvisa e forse ancora più dolorosa, del fratello Giorgio, nel maggio di quattro anni orsono (bellissima persona Giorgio e chiunque l’abbia conosciuto ne conserva un ricordo dolcissimo) la misero davanti ad un bivio. O imparare, con tenacia, pazienza e tanta umiltà, e un’infinita passione o cedere l’azienda.
Fortunatamente la soluzione scelta non fu la seconda e con un coraggio ammirevole e una grinta veramente da persona tosta, determinata a proseguire la tradizione di famiglia, a non disperdere il lavoro del padre e del fratello, Susanna ha raccolto il testimone e imparando a lavorare in vigna ed in cantina, a degustare persino, a fare quella cosa difficile che è il taglio tra vini di botti diverse ha centrato il bersaglio.
Che non consiste solo nel riuscire a produrre vini all’altezza di quelli di Arnaldo e di Giorgio (forse facendomi condizionare dall’amicizia mi spingo a dire che sono addirittura migliori), ma nel riuscire a rispettare uno stile, un modo di lavorare che proprio loro, senza accettare compromessi e scorciatoie, avevano scelto.
Lo stile di una piccola azienda agricola, Crociani, che costituisce un’assoluta garanzia per chiunque voglia avere un’idea di cosa siano oggi un buon e autentico Vino Nobile di Montepulciano ed un Rosso di Montepulciano. Espressione fedele di una vigna di circa 10 ettari, una delle più suggestive vigne situate nel cuore della zona di produzione del Vino Nobile “Le Caggiole“, descritta così dal Repetti nel suo celebre Dizionario: “terra che suole vestirsi di una magnifica vegetazione di scelte viti e di annosi olivi…”, su terreni di medio impasto sui quali la vite “cresce” bene e dà ottimi risultati. Per tre quarti piantata a Prugnolo Gentile, con un 15 % di Canaiolo nero mentre la superficie residua è occupata da viti della varietà Mammolo e da uva bianca.
Suggestiva la storica cantina dove avviene la vinificazione, posta vicino ai vigneti, mentre l’invecchiamento avviene nelle trecentesche cantine nella parte alta del centro storico di Montepulciano e nella cantina nella zona di San Biagio.
Sono un convinto estimatore del Vino Nobile e del Rosso, ma oggi voglio richiamare la vostra attenzione su un altro vino che Susanna Crociani produce con particolare amore (e con eccellenti risultati).
Parlo del Vin Santo di Montepulciano (annata 2003), ottenuto con Malvasia del Chianti 90%, e “Pulcinculo” (Grechetto Bianco) 10%, con grappoli selezionati messi ad appassire sino alla fine di gennaio in appositi fruttai, con fermentazione e affinamento effettuato in piccole botti (caratelli) da 70-100 litri per cinque anni in un’apposita Vinsantaia.
Cosa mi ha detto l’assaggio?
Colore ambra mogano di bella lucentezza e vivacità nel bicchiere, grasso, ma senza eccessi, naso molto caldo, denso, suadente, fondente, dolce il giusto, ma tendente all’asciutto con una leggera nota piacevolmente ossidativa, con ricordi di uvetta, prugna secca, fichi con mandorle e cioccolato, fiori secchi, erbe aromatiche.
Bouquet intenso e avvolgente, di grande impatto ma con una bella nota fresca e salata molto pulita che dà slancio.
Al gusto sorprendente la freschezza, l’energia, lo scatto della bocca, dove il vino si dispone ricco, materico, ma molto più energico e dotato di una scattante vena acida, di verticalità e profondità, di quello che sarebbe stato lecito aspettarsi da un vino figlio della torrida annata 2003.
Bocca di calibrata dolcezza, piena di nerbo, senza gli eccessi e gli ingombri, la marmellatosità e l’eccesso di concentrazione che rende talvolta l’assaggio di molti Vin Santo, anche di grande impegno, lignaggio, nome (e prezzo) impegnativo e difficile.
Una leggera vena agrumata, una nota gradevolmente amarognola che lo rendono un Vin Santo di assoluto equilibrio ed eleganza, con un alcol (16,5° dichiarati in etichetta) assolutamente calibrato, che si fa bere meravigliosamente bene.
Un Vin Santo che ricorda con quella sua ricchezza di sale e quella vena acida nervosa, i migliori vini di Jerez. Disponibile solo in 1.500 – 2.000 bottiglie circa da 0,50 litri, ad un prezzo onestissimo, 13 euro più iva per ristorazione e enoteche e 19 euro alla vendita diretta in cantina.
Susanna l’ha trovato intrigante servito su scorzette di arancia candita ricoperta di cioccolato, io l’ho gustato su un saporitissimo Canestrato siciliano. In ogni caso una delizia. E brava Susanna!



Azienda Agricola Crociani

di Susanna Crociani
Via del Poliziano, 15 Montepulciano (Siena)
tel +39 0578 757919
fax +39 0578 756896
e-mail: info@crociani.it
sito Internet www.crociani.it

9 pensieri su “Garantito… da me! Vin Santo di Montepulciano 2003 Crociani

  1. grazie della risegnalazione (di alcuni anni fa’)
    a maggior ragione ora che e’ garantito bisogna che passi
    presso l’azienda Crociani

  2. This is one of my favourite wines, a real revelation the first time I tasted it. Glad to hear about the 2003, as the 2001 was outstanding. And it really gives meaning to the term “vino da meditazione” – JM

  3. Concordo con te Franco…forse questa volta ti ho anticipato nell’apprezzare un vino, perchè mentre passavo per Montepulciano ho acquistato i vini di Crociani potendoli così gustare.Ora che è garantito da te sono ancora più convinto che il produttore sia un’ottimo produttore. Grazie marcello

  4. Sono appena tornato da Londra ed ho trascorso un’intera giornata di degustazioni con Susanna, abbiamo infatti presentato Barolo e Vino Nobile assieme alll’importatore inglese che abbiamo in comune. I vini Crociani sono fatti molto bene e la personalità di questa produttrice è ammirevole. Caro Franco, hai detto umiltà, qualità che spesso e volentieri a noi produttori negli ultimi tempi manca…

  5. Pingback: Tweets that mention Vino al vino » Blog Archive » Garantito… da me! Vin Santo di Montepulciano 2003 Crociani -- Topsy.com

  6. Ehhh Franco, l’hai scoperto solo oggi il vin santo della Susanna? Degno accompagnatore di ogni dolce secco a casa di Laura da un paio d’anni a questa parte 😉

  7. Sono veramente felice Signor Ziliani che lei abbia riconosciuto la meravglia del vin santo crociani e che finalmente venga riconosciuto merito anche alle piccole aziende che come dice lei non si trovano sulle guide.
    Io sono un’amica di Susi Crocani ed ho lavorato nel commerciale di Avignonesi fino al 2002. Davvero un’ottima scelta. Complimenti Raffaella

  8. Colto dalla curiosità della recensione, mi sono procurato direttmente dalla cantina Crociani una bottiglia di Vin Santo 2003.
    Sicuramente un bel vinsanto, colore ambrato molto scuro, il che ne denota la “tradizionalità” artigianale e contadina del prodotto. Al naso profumi molto intensi, caldi, di mandorla, frutta secca, fiori e miele, molto molto ben equilibrati.
    In bocca, l’impatto un pò scomposto è caratterizzato da note anche qui calde avvolgenti, inizialmente dolci e grasse che man mano si attenuano riequilibrandsi e facendo prevalere le note acide ricche e persistenti. Sicuramente un ottimo Vinsanto, da tenere sempre in cantina assieme comunque al Vin Santo dell’ AZ. Giannoni Fabbri di Cortona il quale ritengo umilmente, di una spanna superiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *