Buone prospettive per il vino (anche italiano) in Brasile

Ci sono interessanti prospettive per il vino, anche per quello made in Italy, su un mercato emergente ed in grande salute economica (il Paese in oggetto è uno dei pochi veramente in crescita) come il Brasile.
Ce lo racconta, in un’ampia intervista pubblicata in due parti sul sito Internet dell’A.I.S. (qui la prima parte, invece qui la seconda) la sommelier Gloria Mainella, che dopo aver frequentato i tre canonici corsi A.I.S. e avere maturato una formativa esperienza di lavoro in Brasile, ha recentemente acquisito il diploma A.I.S. di quarto livello, o Master Sommelier ALMA AIS, in gestione e comunicazione del vino discutendo una tesi dal titolo “Panoramica e tendenze del vino italiano in Brasile”. Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *