Clamoroso in Italia: inventati il vino pomodoro o passata d’uva! La Finestra di Briscola

Grande stupore, spavento e costernazione a Marte! Leggendo qui http://www.meteoweb.eu/2011/09/forte-maltempo-al-centronord-vendemmia-a-rischio/79724 e qui  http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_04/maltempo-rientro-difficile-vendemmia-a-rischio_b7f81026-d705-11e0-8117-f5a7da88e267.shtml ci viene inevitabile chiederci: da quando voi sulla Terra vi siete messi a fare il vino con i pomodori?
E com’è che lo chiamate? Passata d’uva?
Adesso le notizie le date così, frullate? Non può essere: si tratta di messaggi in stile Radio Londra, vero?
Felice non è felice; è cessata la pioggia; la mia barba è bionda; la mucca non dà latte; Giacomone bacia Maometto; le scarpe mi stanno strette; il pappagallo è rosso; l’aquila vola”.
Confortateci, vi supplichiamo, confermate che non si tratta di veri articoli ma di messaggi in codice… Briscola

5 pensieri su “Clamoroso in Italia: inventati il vino pomodoro o passata d’uva! La Finestra di Briscola

  1. Buonasera Franco.
    Come tutti gli anni la soluzione c’è: fare due passi per le vigne e capire quanto danno abbiano fatto il caldo e ora la non qui vista pioggia.
    Ai prossimi giorni

  2. Ormai il copia-e-incolla dilaga anche nel mondo giornalistico…
    Vorrei precisare a Briscola che non tutto il vino viene fatto con i pomodori, ma solo quello rosso (a Montalcino non ancora, ma è questione di giorni…).
    A volte vengono utilizzati i pomodori non ancora maturi per il…Verdicchio.
    E poi….se non sbaglio, tra le essenze che caratterizzano il bouquet di alcuni vini, non c’è già la “foglia di pomodoro”?

  3. ciao franco… ho un ristorante pizzeria, capita sui pomodori ramati olandesi vederli pubblicizzati sulle cassette come “tomato on the grape” oppure “diVINE tomato” mi sono sempre chiesto quale fosse l’utilita e contiuno a chiedermela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *