Stefan El Shaarawy e Luca Gardini: separati alla nascita

Io questo l’ho già visto, mi sono detto più volte osservando il viso, con tanto di inconfondibile capigliatura con “cresta” centrale di Stephan Kareem El Shaarawy, calciatore dell’altra squadra di Milano (come si chiama?) soprannominano Il Faraone per le sue origini egiziane (da parte di padre). Eppure non frequento stadi, soprattutto quando gioca quella squadra, e nemmeno discoteche e locali in della “Milano da bere” che si dice siano appannaggio di questi giovani calciatori dal portafoglio gonfio e dal tatuaggio seriale.
Poi, improvvisa, la folgorazione! Ecco dove l’ho visto!
Con una capigliatura gel-brillantinata simile e analoga crestina, lo stesso sguardo “assassino” di chi vuole sfondare il mondo e imporsi, e lo scatto di chi vuole bruciare e lasciarsi dietro gli avversari sulla corsa, l’avevo sentire sparare a raffica, i più incredibili abbinamenti e riconoscimenti, nomi di vini i più sconosciuti ed esotici, roteando vorticosamente il bicchiere e mostrando la sicurezza un po’ spavalda dei giovani.
Ma era davvero El Shaarawy o si trattava piuttosto del suo omologo sommelieresco, il romagnolo con aspirazioni internazionaleggianti, campione del mondo (ma solo in quota W.S.A.) Luca, “speedy” Gardini, l’aspirante “Faraone dei sommelier”?
Io non lo so, giudicate voi se non ci troviamo di fronte ad un caso di…separati alla nascita…

___________________________________________________________


N.B.

Non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog !

2 pensieri su “Stefan El Shaarawy e Luca Gardini: separati alla nascita

    • patetico sarà lei. Il post é stato scritto tre giorni prima del derby e nel post non v’é alcuna ironia sul giocatore (che giudico molto in gamba e promettente) dell’altra squadra di Milano. E inoltre se ironia contiene non é su El Shaarawy, ma sull’altro soggetto separato alla nascita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *