E’ scomparsa Giuseppina Viglierchio: una grande donna del vino

Viglierchio

La triste notizia, data dalla Prima di Wine News, è di ieri, ma l’ho appresa, rimanendoci di sasso, solo questo pomeriggio. Come ha scritto il sito di Alessandro Regoli “è scomparsa, all’età di 75 anni, Giuseppina Viglierchio”. La sua storia professionale, fittissima, racconta che è stata direttore commerciale di Castello Banfi, consulente di Arcipelago Muratori, Feudi di San Gregorio e SaiAgricola (oggi Tenute del Cerro, del gruppo Unipol-Sai) ma soprattutto che è stata una delle più brillanti e attive presidentesse dell’Associazione Donne del Vino.

Ho avuto il piacere di conoscerla, di frequentarla regolarmente quando seguiva per conto dell’ala di Gavi della Banfi, la Banfi Piemonte, la prima fase, quella che poteva davvero avere una possibilità di successo (ma i suoi membri, in primis il suo presidente, un simpatico uomo coi baffi di Trento… non ci credevano affatto e facevano di tutto per rendere impossibile un esito positivo) dell’operazione Talento, quando, parlo di oltre 15 anni fa, si fece veramente un tentativo (anche se la Franciacorta giustamente si era già chiamata fuori) di dare una casa e un nome comune (orribile) al metodo classico italiano.

Ricordo la simpatia di Giuseppina, il suo stile, la sua capacità di farsi rispettare in un mondo molto più “maschilista” rispetto a com’è oggi, come quello del vino. Una bella persona, una persona garbata e di gusto, una donna che si è davvero spesa, con grande impegno, con eleganza e simpatia, non solo per vendere, ma per promuovere il vino italiano, per dargli un’immagine più positiva e meno provinciale.

Partecipando al dolore della sua famiglia, il nipote Enrico Viglierchio, direttore generale della Castello Banfi e dei suoi cari, esprimo le più sentite condoglianze.
Che la terra ti sia leggera Giuseppina…

_____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/  e il Cucchiaio d’argento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *