Fermento Milano: sarà davvero un modo diverso di parlare di vino?

Lunedì 23, Milano: (Chiostri di San Barnaba) un’iniziativa che merita attenzione

Si organizzano così tanti “eventi” o presunti tali sul vino, banchi d’assaggio, mercati, presentazioni, degustazioni verticali, orizzontali, oblique, retrospettive, che il rischio del dejà vu e del dejà gouté, della noia, del ripetitivo, stanco e stantio è sempre più sentito. Pertanto quando ho letto “Fermento è un modo diverso di parlare di vino. È un evento dinamico, un format innovativo, mi sono detto: sembra facile! Oggi nell’italico mondo del vino pensare di inventare qualcosa di nuovo è proprio una pia illusione.

E se invece… Se invece questo Fermento, che domani la dinamica Fisar Milano organizza nella capitale (sto parlando di Milano, occhio, non certo di Roma…), fosse davvero qualcosa di nuovo? Se gli organizzatori avessero davvero trovato la quadra per “avvicinare visitatori e produttori”? E per evitare il solito pazzesco caos dove degustare è impresa improba?

Per questo motivo, anche se a Milano sono stato non più tardi di giovedì, e ci tornerò giovedì e sabato, lunedì 23 la curiosità mi porterà presso i Chiostri di San Barnaba, nel cuore di Milano, a pochi minuti da Piazza Duomo in un convento del XV secolo, per la prima edizione di Fermento, presentato da Fisar Milano come “un evento dinamico”, dove “fianco a fianco si degusta, si discute, si scopre, si impara e si condivide”.

Il programma è molto snello e lineare e prevede:

15.00 – 15.30 Apertura evento e accredito
15.30 Conferenza stampa
16.00 Degustazione verticale “Pinot Noir”riservata ai giornalisti
17.00 Workshop dedicato ai rappresentanti HO.RE.CA
18.00 Accredito visitatori19.00 – 20.30 Masterclass a cura di Fisar
21.30 Saluto degli organizzatori e termine dell’evento

E nel comunicato stampa si legge: “Una giornata che celebra la straordinaria biodiversità dei vini del nostro Paese, ricca di approfondimenti, degustazioni e masterclass guidate dalla professionalità dei sommelier di Fisar Milano e dall’esperienza di MilanoVino, ideatori del progetto. Un unico obiettivo: il vino sia il mezzo tramite il quale si stimola e alimenta la comunicazione tra persone”.

Ecco tutti i dettagli per saperne di più e trovare un buon motivo, ce ne sono a migliaia, Milano, unica città europea d’Italia insieme a Trieste, è sempre più bella e vivace, per fare un salto a Fermento…

LOCATION – A fare da cornice a questo appuntamento saranno i Chiostri di San Barnaba, suggestiva location nel cuore di Milano, a pochi minuti da Piazza Duomo. Un convento del XV secolo con chiostri e giardini senza tempo, che immergerà i partecipanti di Fermento Milano nell’atmosfera perfetta per godersi al meglio l’evento enoico.

OLTRE 100 VINI IN DEGUSTAZIONE – Sarà, infatti, possibile degustare oltre 100 vini con il supporto di sommelier qualificati, che accompagneranno i presenti alla scoperta delle realtà produttive e illustreranno le caratteristiche dei prodotti in assaggio, oltre a suggerire i migliori abbinamenti e a indicare quale sia il più adatto per ogni occasione.
FORMAT INNOVATIVO – Si tratterà di un evento dal format innovativo poiché i partecipanti avranno la possibilità di interfacciarsi direttamente con i produttori, costruendo con loro un dialogo diretto in un’atmosfera di festa, di scambio e confronto. Si è, infatti, deciso di rinunciare alla presenza dei consueti banchi d’assaggio, per incoraggiare i presenti ad avvicinarsi alla degustazione in modo libero e facilmente accessibile.

L’INNOVAZIONE NELLA DEGUSTAZIONE – I visitatori non avranno, quindi, la necessità di doversi rivolgere a un referente per degustare un vino, bensì potranno servirsi da sé scegliendo autonomamente i vini che susciteranno il loro maggior interesse, tra le etichette che saranno presenti in degustazione. Tutte le bottiglie saranno infatti preventivamente aperte dai Sommelier – che ne verificheranno insieme ai Produttori le corrette condizioni di servizio e le perfette caratteristiche organolettiche – per essere poi chiuse con il tappo stopper.

INNOVAZIONE TECNOLOGIA E DESIGNLe bottiglie saranno, dunque, esposte a libera presa all’interno di particolari cantinette di design Event Cooler che rappresentano il connubio tra innovazione tecnologica e stile. Si tratta di eleganti contenitori, facilmente trasportabili, che garantiscono la refrigerazione e il mantenimento dell’ideale temperatura – per le diverse tipologie di vino presenti – fino a 12 ore, nonché il corretto tasso di umidità (fattore di estrema importanza per ottenere la perfetta conservazione dei vini). In questo modo le bottiglie di vino verranno preservate al meglio, senza danneggiare l’etichetta a causa del contatto con ghiaccio e acqua come avviene nelle consuete glacette. Inoltre, le cantinette trasparenti permetteranno di disporre tutte le bottiglie di vino affinché siano ben visibili ai visitatori.

I PRODUTTORI PRESENTI – Parteciperanno all’evento anche i produttori stessi – veri protagonisti dell’iniziativa – tra cui spiccano i lombardi della cantina Chiara Ziliani, i veneti di Tenuta Amadio di Asolo e Manara, i marchigiani de La Marca di San Michele e gli abruzzesi di Tenuta I Fauri. Non mancherà una rappresentanza delle Langhe con Renato Corino e friulana grazie a Petrucco; tutti i produttori arricchiranno il dialogo con i partecipanti raccontando la storia della propria cantina nonché gli approfondimenti sulle tecniche produttive dei loro migliori vini.
MASTERCLASS E WORKSHOP DI DEGUSTAZIONE – Nel corso della serata avrà luogo anche una masterclass verticale di Pinot Nero e un workshop di introduzione alla degustazione – condotto dai Sommelier FISAR Milano e dedicato a neofiti e ad appassionati – che offrirà loro una panoramica sulle basi teoriche e sulle principali tecniche di degustazione.

UN CALICE PERSONALIZZATO IN REGALO – I visitatori della manifestazione riceveranno uno speciale calice personalizzato con il logo di Fermento Milano. Il bicchiere è lo strumento Re della Degustazione che – come uno scrigno – contribuisce a esaltare i vini che custodisce dando la possibilità di apprezzarne al meglio tutte le sue principali caratteristiche. E Fermento, che si propone di valorizzare l’esperienza sensoriale, ha deciso di farne il suo simbolo.

I calici rappresentano, infatti, il logo identificativo di Fermento nonché i biglietti di ingresso alla manifestazione che permetteranno di accedere all’evento. Si tratterà di un calice speciale perché è stato deciso di serigrafarlo con una specifica tipologia di laser: una tecnica che, per le sue peculiarità, richiede un lungo tempo di elaborazione consentendo di realizzare solo un quantitativo minimo ogni giorno, non oltre le 20 unità. I partecipanti avranno così la possibilità di ricevere un calice personalizzato in maniera unica e raffinata: un bicchiere da degustazione da conservare e collezionare.

COUPON IN OMAGGIO – Partecipando a Fermento i visitatori potranno usufruire di numerosi vantaggi. Oltre al calice personalizzato riceveranno, infatti, due coupon: un buono sconto del valore di 10 € da utilizzare per gli acquisti sul sito di Milanovino.it scegliendo le bottiglie su tutto il catalogo di etichette selezionate e un buono sconto del valore di 5 € per partecipare a uno dei tanti eventi (cene a tema, degustazioni guidate, visite in cantina e viaggi enogastronomici) organizzati da FISAR Milano.

UN EVENTO ESCLUSIVO – Sarà un evento esclusivo poiché a numero chiuso, il che permetterà a tutti i partecipanti di godersi, a 360 gradi, un’atmosfera accogliente, confortevole e rilassante in un contesto non sovraffollato. Per questo motivo, e per garantire la migliore organizzazione possibile, sarà possibile prenotare la propria partecipazione a FERMENTO solo tramite prevendita (non sarà invece possibile iscriversi in loco il giorno stesso dell’evento). Maggiori informazioni sull’evento sono disponibili sul sito ufficiale di Fermento Milano, www.fermentomilano.itinfo@fermentomilano.it

Apertura alla Stampa e Operatori del Settore: ore 15.00-21.30

Conferenza stampa: ore 15.30 (per essere accreditati è necessario inviare una mail a info@fermentomilano.it)

Apertura al Pubblico: ore 18.00 – 21.30

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog http://www.lemillebolleblog.it/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *